Faq

REGOLAMENTAZIONE

  • Qual è la categoria di appartenenza di Birò?

    Birò è un quadriciclo elettrico leggero e la categoria di appartenenza è la L6e.

  • Dov’è possibile parcheggiare Birò?

    Birò è un quadriciclo leggero elettrico e appartiene alla categoria L6e, pertanto in Italia può essere parcheggiato ovunque sia possibile parcheggiare i ciclomotori, compresi i piccoli spazi tracciati ad essi dedicati.

  • Devo pagare il bollo per Birò?

    In Italia Birò, essendo dotato di motori elettrici, è esente dal pagamento del bollo per i primi 5 anni; per i successivi anni il pagamento dell’imposta di bollo e il relativo importo variano a seconda delle leggi regionali vigenti.

  • È possibile circolare liberamente su strada senza portiere?

    Certo, Birò è omologato anche senza portiere; è possibile quindi circolare liberamente su strada anche quando queste vengono rimosse, operazione del tutto semplice.

  • Le cinture di sicurezza sono obbligatorie?

    Estrima monta su tutti i Birò le cinture di sicurezza. In base all’Art. 172 del Codice della Strada, sussiste l’obbligo di indossarle.

  • Su Birò è possibile viaggiare in due?

    Birò è omologato per due persone e ha due posti affiancati. In Italia, se si porta un passeggero, il conducente deve essere maggiorenne.

VEICOLO

  • Su Birò sono presenti dei vani di carico?

    Birò è dotato di numerosi vani portaoggetti:
    - Vano collocato dietro i sedili ribaltabili (41 litri)
    - Vano posteriore con chiusura a chiave (41 litri). Disponibile solo nei Birò con batterie al Litio Maxi.
    - Vani portaoggetti interni
    Per una maggiore capacità di carico è possibile inoltre montare l’optional portapacchi posteriore ed il comodo trolley di 90 litri.

  • Con Birò è possibile affrontare salite impegnative?

    Birò è in grado di affrontare pendenze fino al 20%; grazie alla funzione “boost” è possibile erogare maggiore potenza, sfruttando i due motori brushless da 4kW ciascuno.
    Salite particolarmente impegnative si possono affrontare per tempo limitato e con batterie completamente cariche.

  • È consentito aumentare la velocità massima di Birò?

    No, Birò è omologato come quadriciclo elettrico leggero e la velocità massima secondo la Normativa Europea è pari a 45 km/h.

SERVICE

  • Birò è soggetto a revisione periodica?

    Il Codice della Strada italiano stabilisce che i quadricicli leggeri devono essere sottoposti a revisione entro 4 anni dalla data di prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni. La rete Estrima è in grado di offrire ai propri Clienti tutta l’assistenza necessaria.

  • È necessaria molta manutenzione?

    Essendo elettrico, la manutenzione necessaria è minima e riguarda soprattutto gli elementi meccanici che costituiscono il veicolo. In generale, una buona e corretta manutenzione contribuisce ad avere una guida più sicura e a preservare la qualità e le prestazioni del veicolo nel tempo.

  • A chi bisogna rivolgersi per ricevere assistenza su Birò?

    Per i servizi di manutenzione e assistenza potrà sempre rivolgersi al rivenditore Estrima presso il quale ha acquistato il veicolo, ovvero ai service point a lei più vicini che Estrima le indicherà.

  • È possibile equipaggiare un Birò non di nuova generazione con soluzioni tecniche più avanzate presenti sui nuovi veicoli?

    Dipende dal tipo di intervento richiesto. La rete Estrima è a disposizione per valutare il singolo caso e fornire la migliore soluzione possibile in base alle esigenze del singolo cliente.

RICARICA

  • Se a ricarica terminata il caricabatteria viene lasciato collegato, c’è il rischio di danneggiare la batteria?

    Con i Birò di nuova generazione con lettore di Birò Card installato, non vi è alcun rischio di danneggiare la batteria, anzi, lasciare il veicolo in carica è una scelta consigliata. Al contrario, con le versioni precedenti di Birò senza lettore di Birò Card, si sconsiglia di lasciare il veicolo in carica per più di 72 ore consecutive. A prescindere dalla versione utilizzata, è consigliabile comunque effettuare una ricarica completa una volta alla settimana.

  • Come ci si deve comportare se non si utilizza Birò per lungo tempo? Le batterie si scaricano quando Birò è fermo?

    Se Birò non viene utilizzato per lunghi periodi occorre evitare di lasciare il veicolo con batteria scarica o parzialmente carica, soprattutto con temperature rigide. Assicurarsi quindi che le batterie siano completamente cariche e provvedere a rimettere Birò sotto carica almeno una volta ogni tre mesi, così da sopperire alla fisiologica autoscarica delle batterie. Prima di lasciare il veicolo inutilizzato per lunghi periodi, ricordarsi di disconnettere la “batteria tampone” posta sotto il cofano anteriore, seguendo le istruzioni contenute nel manuale d’uso e manutenzione fornito.

  • Qual è l’assorbimento elettrico massimo del caricabatteria di Birò?

    Per le batterie al litio l’assorbimento massimo è pari a 1.200W.

  • È necessario effettuare una modifica dell’impianto elettrico per ricaricare Birò?

    Con Birò non è necessaria alcuna modifica. L’assorbimento massimo delle batterie al litio è pari a 1.200W.

  • Che tipo di presa elettrica si utilizza per ricaricare Birò?

    Birò si ricarica ad una tradizionale presa domestica a 220V.

BATTERIE

  • Quali sono i fattori che incidono sull’autonomia?

    L’autonomia varia principalmente in funzione di temperatura, stile di guida, pressione delle gomme, corretta regolazione e pulizia dei freni, tipologia di percorrenza e peso.

  • Qual è la garanzia per le batterie al litio di Birò? E la loro vita attesa?

    Le batterie al litio sono garantite da Estrima per 24 mesi ovvero 1.000 cicli di ricarica, quale dei due si verifichi per primo. La vita delle batterie dipende da diversi fattori anche legati all’utilizzo delle stesse. Indicativamente la vita attesa è pari a circa 40.000 km per la batteria Re-Move e circa 50.000 km per la batteria Maxi.

Top